Francesco Motta
+ Sonars

MOTTA, una delle anime – e la penna – che ha vergato le parole con cui i Criminal Jokers, in due dischi, hanno espresso in maniera elettrica e vitale l’urgenza dei propri vent’anni, un polistrumentista prezioso che ha prestato negli anni la propria capacità a Nada, Pan Del Diavolo, Zen Circus, Giovanni Truppi.
“La fine dei vent’anni” è il suo primo disco solista.

In apertura l’Astral-Pop dei SONARS, trio britannico-orobico che propone una speciale miscela di neo-psichedelia e sonorità rock anni ’60-’70.
Da poco vincitori del titolo di Migliore Band Lombardia per Arezzo Wave Love Festival 2016.